Non è magia, è solo strategia! 2018: che serata!

Un aperitivo sul far della sera, nuovi incontri, quattro chiacchiere per poi ascoltare, immaginare, sognare, riflettere e iniziare a concretizzare idee, stimolati dagli spunti d’impresa dei nostri sei ospiti.

Come è andata la serata?

Pare che tutto sia andato piuttosto bene a giudicare dai riscontri arrivati sin da subito, appena fatti i saluti conclusivi, e dai commenti che continuano a giungere via sms, email, telefono e social network. Avere come ospiti sei persone così diverse, per tipologia di azienda, settore, carattere e modo di affrontare il fare impresa, è stata di certo una ricchezza. Si è visto sin dall’aperitivo iniziale quando i partecipanti hanno avuto l’opportunità di conoscersi, chiacchierare, confrontarsi e scambiarsi biglietti da visita. Se son rose fioriranno. Ci sono già le gemme, ne siamo certi, come è accaduto nelle scorse edizioni che hanno fatto sbocciare molteplici sviluppi

12 spunti per fare strategia d’impresa

  1. La gavetta, come lei nessuno mai, sostiene Elisabetta Armellin.
  2. La cultura è un patrimonio strategico da scegliere per attrarre persone e relazioni adatte alla propria azienda, suggerisce Daniele Lago.
  3. Far star in piedi il bilancio per poi essere creativi. È una sequenza da rispettare, chiarisce Luca Boccato.
  4. Condividere valori con le persone perché non vogliono esibire un brand, ma riconoscersi nel mondo proposto dal brand, raccomanda Enrico Moretti Polegato.
  5. Qualità, diversificazione, internazionalizzazione: la ricetta di Riccardo Illy.
  6. Intuizioni da consolidare ovvero guardare agli spazi non presidiati del mercato e lavorare lì: è la storia aziendale di Gruppo De Rigo, racconta Barbara De Rigo.
  7. Prodotti vincenti creati a tavolino. Si può, se si rispetta il DNA dell’azienda e non si segue solo l’estro del designer, per quanto di grido sia, dichiara Elisabetta Armellin.
  8. Reverse marketing: il cliente sceglie l’azienda e richiede un prodotto adatto a sé. Fondamentali l’ascolto e la narrazione d’impresa, parola di Riccardo Illy.
  9. Consumatore preparato e veloce: mai sottovalutarlo e reagire presidiando ogni aspetto, ammonisce Barbara De Rigo.
  10. Brand reputation irrinunciabile secondo Luca Boccato, che ha introdotto il brand reputation manager in azienda 10 anni fa.
  11. La monellaggine fa innovare ovvero spariglia le carte di tanto in tanto, consiglia Daniele Lago.
  12. Inclusività d’azienda così che clienti, collaboratori e fornitori si sentano parte del progetto d’impresa. È un principio da applicare per Enrico Moretti Polegato.

Ancora un grazie

A tutti i partecipanti.

Ai nostri ospiti: Elisabetta Armellin, Fondatrice e Designer del brand V°73; Luca Boccato, CEO H.n.h. Hotels and Resorts; Barbara De Rigo, Direttore Marketing House Brand e Corporate Communication di Gruppo De Rigo; Riccardo Illy, Presidente del gruppo Illy; Daniele Lago, AD & Head of Design di LAGO s.p.a.; Enrico Moretti Polegato, Presidente e AD di Diadora s.r.l.

Alla Fondazione Le Cinque Vie di Giorgio, in particolare a Luisa Busana e Antonio Agostini per le loro parole.

Ai nostri sponsor: Archimede Contract, Banca Euromobiliare, Garbelotto, GLIP, L’Ambiente, MCA Digital, Porcelanosa Grupo, Zordan; e come technical partner Podere Roverat, Punto Ciemme e Spazio Caffelarte.

A tutti noi, lo staff di Imago Design!

Rimaniamo in contatto

Hai domande, idee, pensieri da sottoporci o condividere? Fallo subito, scrivi ad Andrea Bettini.

Vuoi risentire alcuni passaggi della serata oppure venerdì 25 maggio hai fatto altro, ma vorresti rimediare? Fra qualche giorno, i video degli interventi.

Ti prenoti già per la prossima edizione? Iscriviti alla nostra newsletter così ti avvertiremo quando sarà il momento. E chissà che prima di Non è magia è solo strategia! 2019 ci sia qualche novità. Restiamo in contatto, iscriviti alla newsletter.